Chi sono

Sono psicologo clinico, psicoterapeuta della Gestalt e Analista Transazionale. Dal 2013 Presidente Nazionale della Società Italiana di Psicologia Evoluzionistica.

Sono allievo e discepolo di Claudio Naranjo, del cui modo di lavorare la mia psicoterapia è imbevuta.

Alla base della mia attitudine terapeutica c’è la consapevolezza che nella nostra vita ci sono tre punti fermi: l’amore, la crescita e la responsabilità. Nel corso del nostro sviluppo, però, si formano una serie di blocchi, di ostacoli che non ci consentono di andare avanti e trovare dentro di noi le risorse per far rifiorire questi tre centri d’esistenza.

Lo scopo del mio lavoro è aiutare la persona a rimuovere questi blocchi e lasciar fluire liberamente l’amore, consentire al naturale processo di crescita di fare il proprio corso e regalare alla propria esistenza la libertà che deriva dalla responsabilità della propria vita e delle proprie azioni.

È un viaggio alle volte più breve, alle volte più lungo, ma quello alla scoperta della nostra potenzialità intrinseca è, secondo me, un viaggio che tutti noi dobbiamo prima o poi fare.